CONSERVAZIONE
INTONACI DI TRADIZIONE
APPARATI DECORATIVI IN STUCCO
DECORAZIONE DI INTERNI
CONSULENZA TECNICA
INTERVENTI REALIZZATI
CONSERVAZIONE E RESTAURO
MARMORINI NATURALI TRADIZIONALI
STUCCHI E ORNATI
DECORAZIONI DI INTERNI
CHI SIAMO
CONTATTI
ATTIVITA’ FORMATIVE
OPPORTUNITA’ LAVORATIVE
CREDITS
Uni.S.Ve.
Unione Stuccatori Veneziani

Nella tradizione veneziana lo stuccatore era l'artigiano che, lavorando a fianco dell'architetto, degli scal- pellini, pittori, falegnami, terrazzieri e tappezzieri, realizzava le decorazioni e le finiture di ogni edificio. Unione Stuccatori Veneziani nasce nel 2001 come l'unione di un gruppo di artigiani - stuccatori, discepoli del maestro veneziano Mario Fogliata, con l'intento di sostenere e mantenere viva questa professione quasi dimenticata. Da qui la scelta netta di utilizzare solo i materiali e le tecniche della tradizione, scartando qualsiasi prodotto di derivazione industriale e premiscelato, ma non rinunciando alla ricerca e sperimentazione su materiali e tecniche tradizionali.
Oggi Uni.S.Ve. Srl è organizzata in tre sezioni, con specializzazioni e operatori specifici: la sezione stucchi e intonaci di tradizione, la sezione conservazione e restauro, la sezione decorazione d'interni.

Lo Stucco
Intonaco di tradizione

Il marmorino ha origini antichissime, già conosciuto dai greci, è molto diffuso nell’antica Roma: ad esso si riferiscono Vitruvio e Plinio, quando parlano di “albarium opus”, cioè stucco, intonaco bianco.
Lo stucco forte o marmorino sono composti da una miscela variabile di calce aerea stagionata e polveri di marmo che nelle mani dello stuccatore prende forma per diventare una superficie levigata simile al marmo, dipinta ad affresco, con decorazioni, fregi e fasce a rilievo, con stucchi, cornici, lesene ed elementi architettonici o figurativi.
La conoscenza dell’arte dello stucco e delle tecniche tradizionali di esecuzione di intonaci di calce, di affreschi, di marmorini e di decorazioni e fregi a rilevo è necessaria per affrontare correttamente la manutenzione, il restauro e la conservazione del patrimonio storico artistico.

Conservazione
Principio minimo intervento

La strategia progettuale di un intervento di restauro basato sul criterio del “minimo intervento”, su un oggetto o un edificio, mira alla conservazione e al massimo mantenimento della struttura e dei materiali originali che lo definiscono: tale principio vuole “facilitare la lettura” del manufatto oggetto di intervento. La Carta del Restauro del 1972 all’art. 4 recita, “s’intende per restauro qualsiasi intervento volto a mantenere in efficienza, a facilitare la lettura e a trasmettere integralmente al futuro le opere”.
Quindi uno degli obiettivi del restauro conservativo è quello di far leggere, se possibile, l’opera nelle sue diverse forme e in tutta la sua complessità, per comprendere la storia e il valore di cui è portatrice. Oltre alla conservazione, l’obiettivo diventa quello di svelare la natura dell’oggetto nelle sue fasi storiche, mostrandone le stratificazioni e le trasformazioni.


Collaborazioni
Artigiani a venezia

Abbiamo trasformato la nostra precedente homepage, in uno spazio dinamico che giorno dopo giorno cambia, si aggiorna e si arricchisce di nuovi contributi, esperienze, informazioni o proposte. Non è più una pagina solo nostra, ma anche di molti altri artigiani, restauratori, architetti e professionisti indipendenti, che condividono il nostro modo di pensare e operare e che lavorano nel territorio veneziano, a volte insieme a noi, in campi paralleli o simili al nostro. Queste pagine sono a disposizione per pubblicare altre esperienze, proposte o informazioni di artigiani e professionisti che anche se non conosciamo, affrontano temi o raccontano esperienze interessanti e vicine agli argomenti trattati in queste pagine.
Stemmi veneziani in stuccoforte
Restauro conservativo di stemmi in stucco spezzati in più parti
Stemmi veneziani in stuccoforte

Due stemmi in stuccoforte, della famiglia Nani Mocenigo, si presentavano spezzati in più parti e coperti da depositi incoerenti, ma senza cadute o abrasioni di rilievo sulla superficie in stucco. Gli stemmi sono composti in superficie da una miscela di calce, polvere di marmo e cocciopesto giallo e sul fondo da una base o ossatura di sabbia e calce, che segue l’andamento del rilievo e funge da sostegno alla decorazione a stucco. Gli stemmi sono stati creati con uno stampo, con la tecnica dello stuccoforte, probabilmente all'inizio del XIX secolo: nello stampo veniva prima colat[...]Continua a leggere

Tecniche e materiali delle arti
Breve recensione del libro
Tecniche e materiali delle arti

Il libro Tecniche e materiali delle arti, edito nella collana Dizionari dell'Arte di Electa nel 2004 a cura di Stefano Zuffi, è opera di Antonella Fuga, specializzata in Storia dell'arte presso l'Università Cattolica di Milano, attiva nella catalogazione e valorizzazione di opere d'arte in collaborazione con la Sovrintendenza e con il Fondo Ambiente Italiano. La pubblicazione si presenta come un dizionario e da subito appare molto utile per cogliere al volo informazioni di ma[...]Continua a leggere

Corso di Tecnica del marmorino
Fondazione Villa Fabris a Thiene. Centro Europeo per i Mestieri del patrimonio
Corso di Tecnica del marmorino

Dal 19 al 23 luglio 2010 presso il Centro Europeo per i Mestieri del patrimonio a Thiene, si svolgerà il corso di Marmorino tenuto dallo stuccatore di San Vito, Renato Bison. Il corso intensivo tecnico e pratico avrà una durata settimanale di 40 ore dal lunedì al venerdì.

Il marmorino, l’intonaco a calce e polvere di marmo tirato a lucido, è noto fin dall’antichità. Quasi perenne in lucentezza e colore, offre una vasta gamma di possibilità [...]Continua a leggere

Palazzo Malipiero Trevisan
Intervento di manutenzione conservativa di balaustra in pietra d'Istria
Palazzo Malipiero Trevisan

Il palazzo, edificato nella seconda metà del ‘500 da Sante Lombardo, architetto della Scuola Grande di San Rocco, è situato sul lato orientale di campo Santa Maria Formosa a Venezia e si presenta con una facciata simmetrica, tipicamente rinascimentale, con due portali al piano terra a tutto sesto e due piani nobili sovrastanti con al centro una quadrifora con parapetto scolpito e due monofore a tutto sesto ai lati. Oggetto del nostro intervento, seguito dall'architetto Claudio Ruberti di Venezia, è la manutenzione conservativa e messa in sicurezza della balau[...]Continua a leggere

Le invenzioni di Sebastiano Ricci
In mostra a San Giorgio presso la Fondazione Giorgio Cini
Le invenzioni di Sebastiano Ricci

Con il bel tempo, è una vera gioia e soddisfazione lo scoprire il bel percorso poco frequentato per raggiungere l’ingresso della mostra alla fine dell’isola, a sinistra di San Giorgio. L’orario d’apertura della Mostra, in corso fino al giorno 11 luglio 2010, va dalle ore 11 alle 18.30, con chiusura alle ore 19. La fondazione Giorgio Cini e la Regione Veneto ci fanno opportunamente ricordare la nascita di Sebastiano Ricci avvenuta a Belluno nel 1659, 350 [...]Continua a leggere

Marmorino naturale tradizionale esterno
Sul fronte del Duomo di Motta di Livenza un intonaco in calce aerea, scaglie e polvere di marmo
Marmorino naturale tradizionale esterno

Nel 2001 l'Unione Stuccatori Veneziani, durante i lavori di restauro del Duomo di Motta di Livenza, ha realizzato sulla facciata principale un marmorino tradizionale, un intonaco in calce aerea, scaglie e polvere di marmo, lisciato a ferro. Il marmorino è stato realizzato utilizzando il grassello di calce della fornace Morandi Bortot e la polvere di marmo delle cave di Sacile,[...]Continua a leggere

Giorgio Vasari. Le vite de' più eccellenti architetti, pittori et scultori
Gli intonaci antichi raccontati nei trattati di architettura. IX parte
Giorgio Vasari. Le vite de' più eccellenti architetti, pittori et scultori

Terzo ed ultimo estratto dal trattato di Giorgio Vasari Le vite de' più eccellenti architetti, pittori et scultori italiani, da Cimabue insino a tempi nostri sulla realizzazione di intonaci a base di calce aerea. Le ricette che abbiamo estrapolato da questo trattato sono davvero molte e particolarmente interessanti: nel primo post abbiamo visto la realizzazione di decorazioni plastiche e di cornici mediante getto e nel secondo la[...]Continua a leggere

Caravaggio alle Scuderie del Quirinale
Visita alla Mostra
Caravaggio alle Scuderie del Quirinale

Lo spazio espositivo delle Scuderie del Quirinale ci accoglie al primo piano dopo la meravigliosa scala circolare, in un contrasto di luci ed ombre che ci fa entrare subito nella tipica atmosfera caravaggesca.

Sono esposte più di trenta opere certe del pittore, che ripercorrono il suo itinerario artistico, approfondendo il confronto tra temi simili e valorizzando l'unicità della sua pittura. La scenografia della mostra è molto semplice e il valore delle opere [...]Continua a leggere

Pagina 8 di 18 < [ 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 ] > >>
  UNI.S.VE. S.r.l. - Unione Stuccatori Veneziani - PI 03802540272 - Dorsoduro 1149/A Venezia